Regole di bon ton: i biglietti di ringraziamento

thank you cardE’ bene sapere che il galateo ma più semplicemente l’educazione prevede che si ringrazino i propri invitati con un biglietto di ringraziamento! Scritto rigorosamente a mano per trasmettere al destinatario una sensazione di cura e attenzione. Da evitare frasi fatte da stampare in serie!ringraziamento wedding Le thank you card vanno inviate per posta al ritorno del viaggio di nozze magari allegando al biglietto una foto dei neo sposi in luna di miele o degli stessi invitati durante il matrimonio. Magari una polaroid! Infatti è importante personalizzare i biglietti di ringraziamento. ringraziamento bon tonAnche senza cercare frasi ad effetto, la dedica personalizzata sarà ricordata sicuramente come un pensiero dolce e originale che non passerà inosservato.polaroid ringraziamentoLo stile dei biglietti di ringraziamento deve rispecchiare la linea delle partecipazioni di matrimonio in modo da dare un senso di continuità a tutto l’evento. I biglietti di ringraziamento, infatti, chiudono il cerchio di un giorno importassimo e sono considerati un po’ come la firma degli sposi.polaroid personalizzata

Viaggi di nozze: prima puntata!

Inauguriamo oggi una nuova sezione del blog dedicata alle più belle destinazioni per la luna di miele!

honeyUn consiglio, valido per tutte le proposte, è quello di affidarsi a specialisti del settore per non incorrere in spiacevoli contrattempi… il “fai da te” è davvero rischioso!!

kakaduIl primo itinerario che vi propongo è quello che una coppia di sposi ha intrapreso questa estate a coronamento di uno splendido matrimonio… tre settimane fra Australia e Polinesia Francese!… non proprio un viaggio low cost ma ne vale davvero la pena! Accettate un suggerimento da wedding planner meno portate per il banchetto e più panorami mozzafiato e acque cristalline!Ayers-Rock-

Australia: il consiglio è un viaggio fly & drive per perdersi nei meravigliosi scenari naturali di questa terra tutta da esplorare. I luoghi di maggiore interesse sono situati nelle parte settentrionale del continente, per questo un ottimo punto di partenza è la città di Darwin, con un eccellente mix di festival, magici mercatini notturni lungo la spiaggia, musei e incredibili tramonti. Da qui percorrendo in auto la Nature’s Way il cuore fisico dell’Australia è facilmente raggiungibile: il Kakadu National Park, Patrimonio dell’Umanità, con Uluru (Ayers Rock) la quintessenza delle esperienze australiane. Visibile da decine di chilometri di distanza e celebre per la sua intensa colorazione rossa, che muta in maniera spettacolare (dall’ocra, all’oro, al bronzo, al viola) in funzione dell’ora del giorno e della stagione.Australia_12apostoliSpostandosi nella parte meridionale, esplorando la Gold Coast percorrendo la Great Ocean Road, nella parte più meridionale dello stato di Victoria, dove la natura mette in scena uno spettacolo diverso a ogni curva (il più suggestivo quello de “I dodici Apostoli“), imperdibile una visita a Kangaroo Island, dove ripide scogliere battute dalle onde dell’Oceano Antartico, si uniscono a remote spiagge intatte e bianche dune di sabbia, paradiso per le specie originarie dell’isola come i canguri, i koala e i leoni marini.canguri Polinesia: un pò di riposo! 118 isole divise in 5 arcipelaghi (Isole del Vento, le Isole Sottovento, le Isole Marchesi, le Isole Australi, le Tuamotu-Gambier) perse nella zona est del Pacifico meridionale, in una fascia compresa tra l’Equatore e il Tropico del Capricorno.bora Da visitare Moorea, Bora Bora e Rangiroa! Ma anche Tahiti non è male. Bora Bora è la perla del Pacifico, la vera star tra le isole del Pacifico. polinesia-by-nightLeggenda vuole che il dio Ta’aroa la modellasse per ultima cercando di ovviare a tutti gli errori compiuti in precedenza e facendone il suo capolavoro.moorea Meta del turismo più esclusivo con le sue acque traspartenti, le spiagge deserte dai colori incredibili e i suoi resort… da non perdere una o più notti in overwater, un bungalow palafitta direttamente sul mare!overwater

Valentina

Per le info ringraziamo Cecilia Altini, direttore tecnico della Viàtius Tour, agenzia viaggi che propone mete da sogno per tutti i nostri sposi.