Il matrimonio religioso

Documenti e certificati per il matrimonio tradizionale…

Il matrimonio religioso resta sempre il più diffuso in Italia: oltre al suo valore spirituale, è sicuramente molto suggestivo ed emozionante. Una volta provveduto ai documenti per il rito civile, quali certificati occorre procurarsi per il matrimonio canonico?
weddingIl certificato di Battesimo: da richiedere presso la chiesa in cui è stato celebrato. Questo documento, che viene di solito rilasciato senza difficoltà, ha la durata di 6 mesi. Sono riconosciuti validi i battesimi celebrati nella Chiesa e Comunità ecclesiale ortodossa, valdese, metodista, battista, luterana, anglicana e quelli amministrati in nome della S.S. Trinità; non sono invece validi i battesimi dei Testimoni di Geova e dei Mormoni.
Il certificato di Cresima: deve essere rilasciato (su richiesta) dalla parrocchia dove, a suo tempo, il richiedente ha ricevuto il sacramento; nell’eventuale impossibilità di produrlo, potrà essere comunque sostituito con una dichiarazione giurata da parte dell’interessato. É attualmente prevista la possibilità di ottenere, previa richiesta al proprio parroco, un unico certificato “uso matrimonio” cui sia puntualmente indicata la data del Battesimo, quella della Cresima, l’inesistenza di precedenti vincoli matrimoniali e, più in generale, la certificazione dalla quale risulti, inequivocabilmente che il soggetto richiedente è un buon cristiano.
L’attestato di frequenza del corso prematrimoniale: il corso è obbligatorio perché prepara i futuri sposi alla vita coniugale; può durare dai 4 ai 6 mesi a discrezione della Diocesi di appartenenza.
Il certificato di Stato Libero Ecclesiastico (solo per chi ha vissuto fuori dalla Diocesi in cui avviene il matrimonio per un periodo di almeno dodici mesi dalla data di compimento dei sedici anni) : tale certificato ha la funzione di attestare che il richiedente non abbia già, in precedenza, contratto matrimonio secondo il rito religioso.
raffaelloNulla osta ecclesiastico: da richiedere al Vicariato nel caso in cui il matrimonio venga celebrato in una Chiesa diversa da quella cui appartengono entrambi gli sposi. Al parroco della Chiesa prescelta, dovranno essere consegnati anche il certificato civile di avvenute pubblicazioni e lo stato dei documenti (autenticato dalla Curia per il matrimonio che verrà celebrato al di fuori della Diocesi) che consiste in un certificato rilasciato dal parroco che ha personalmente provveduto alle pratiche del matrimonio.
Certificato di consenso religioso alle nozze: gli sposi vanno a colloquio dal parroco della Chiesa nella quale si celebreranno le nozze che rilascerà loro il documento del “consenso religioso”, confermando così la data delle nozze.

Il Painting Cake

Le torte decorate a mano…

painting 1Dagli Stati Uniti è in arrivo un’idea carinissima per tutte le coppie di sposi che desiderano dare un valore aggiunto alle loro nozze, il Painting Cake! Ebbene sì, il mondo del wedding cake apre le porte alle torte dipinte e decorate a mano.
painting 4La nuova tendenza made in USA vuole che le torte siano concepite come delle vere e proprie tele su cui gli artisti pasticceri dipingono le decorazioni. Si può spaziare da soggetti noti come quadri famosi, come la splendida “Starry Night” di Van Gogh oppure “Il Bacio” di Klimt, a paesaggi, a composizioni di fiori oppure volare con la fantasia e la creatività per avere una torta assolutamente unica, originale e personalizzata.
paintingAl dipinto si possono integrare delle piccole decorazioni in pasta di zucchero per un originalissimo effetto 3D!
painting4

Il matrimonio Gluten free!

Sorprendente e gustoso…

Una nostra cara amica mi ha suggerito l’idea di occuparmi del matrimonio Gluten free. Il glutine è una sostanza proteica che si trova negli alimenti graminacei come avena, farro, frumento, orzo, kamut, segale, ecc. Mi sono avventurata alla ricerca di informazioni ed è stata una scoperta di ricette stuzzicanti e davvero golose. Il glutine non è poi così essenziale ed essere celiaci non vuol dire rinunciare al gusto, anzi! Occorre però porre grande attenzione alla genuinità degli ingredienti lasciandosi ispirare da una buona dose di fantasia e di creatività. In commercio esistono infatti molte soluzioni per ovviare all´assenza di glutine come fatture e specie di pasta, sia fresca sia non; i secondi devono essere cucinati senza aggiunta di agglutinanti e farine, se non quelle senza glutine, sulla cui confezione spicchi la spiga barrata. Nella scelta della location del ricevimento è importante quindi assicurarsi la possibilità di un menu gluten free o piuttosto rivolgersi a catering specializzati. Ce ne sono moltissimi in tutta Italia! Ecco qualche suggerimento per un menu ricercato ed elegante.
finger 2
Antipasti: angolino di fritti (verdurine, fiori di zucca, crocchettine e supplì), finger food, cruditè di salmone, barbecue di mare con seppie, polipi e calamari, bignè salati ripieni di gorgonzola e noci, cocktail di gamberi, focaccine fantasia con crema di cipolle, ciliegino ripieni di dadini di mozzarella e pesto fresco di basilico, degustazione di salumi, formaggi e confetture.
calamarata
Primi: Un bel risotto alle erbe con lardo di colonnata o al profumo di limone di Amalfi, bocconcini di rombo e pistacchi freschi
Calamarata di pasta di mais e riso al timo con pomodorini, broccoletti e polpa di triglia
Tortelli di pasta di mais fresca, con ripieno alla zucca e pesto di noci
astice
Secondi: Filetto con panatura di pistacchi e salsa di lamponi
Pesce spada alla parmigiana di melanzane
Cartoccio di faraona tartufato
Astice alla catalana
Contorni: verdure di stagione, flan di patate, aspic di fagiolini e pomodori
sorbettoBuffet di frutta e dolci: composizioni di frutta di stagione, spiedini di frutta brinata, sorbetto alle fragole, semifreddi all’albicocca, budino alla pesca, cestelli di ricotta e pere con croccante di nocciole, crepes arancia e cioccolato
Wedding Cake: anche per la torta nuziale poche rinunce! Possono essere altrettanto buone e belle quanto quelle proposte per chi non soffre di intolleranze alimentari. Basta rivolgersi a Wedding Cake specializzati. Qualche ispirazione potete trovarla nel libro del noto chef milanese Ernst Knam autore di “Dolcemente senza glutine” pubblicato dalla “Biblioteca Culinaria”. Ciambelloni, biscotti, torte, tra cui l’Africana e l’Antica, sono preparati con delle farine speciali, buoni per gli occhi e per il palato! Esistono anche i confetti senza amido! Potete scegliere fra tantissime varianti. Qualche esempio? Confetti finissimi di mandorla ma anche confetti ripieni o al gusto di: cioccolato, ananas, banana, cocco, melone, nocciola, pistacchio, amarena, piuttosto che confetti al cuore di marzapane o tartufi, praline, bon-bon e tante altre dolcissime mini delizie.
confetto
Un’ ultima segnalazione: il GLUTEN FREE FEST, il primo evento interamente dedicato al tema del senza glutine, in programma a Perugia dal 7 al 10 Giugno al Percorso Verde di Pian di Massiano (http://www.glutenfreefest.it).

Green Wedding: l’amore eco sostenibile

… Il matrimonio che non inquina!

sposiSempre più persone nel mondo sono sensibili ai problemi ambientali e cercano di vivere “eco” non solo nella quotidianità ma anche nelle occasioni speciali della vita! Per questo da qualche tempo si è diffusa la tendenza dei matrimoni in stile eco-chic, con scelte che rispettano la natura dal menu fino alle bomboniere. Negli USA questo trend è stato ispirato da Emily Anderson con un celebre blog dedicato a consigli “verdi” per le nozze sostenibili: i matrimoni che già durante le fasi organizzative rispettano ambiente ed economie locali. Gli sposi eco-chic esprimono il loro stile di vita e l’augurio di un futuro sostenibile per la propria famiglia e per gli invitati. Ecco qualche suggerimento per un green Wedding!partecipazioni Per gli inviti e le partecipazioni si può optare per la carta riciclata o per la fibra di cocco! Per l’abito gli stilisti che puntano su produzioni ecosostenibili ed eticamente corrette, cioè che utilizzano tessuti naturali ottenuti con lavorazioni rispettose dell’ambiente e dell’uomo sono sempre di più. Via libera dunque alla seta e al cotone. Un’idea molto originale è il riciclo dell’abito da sposa della mamma o addirittura della nonna per un matrimonio ecovintage.
locationPer la location un agriturismo sarebbe perfetto insieme a un menu che privilegi prodotti locali e stagionali, riducendo il consumo di carne! Frutta e verdura di stagione, derivati biologici, bevande non imbottigliate. Qualsiasi primizia o cibo esotico, se pure genuino e gustoso, e apparentemente scenografico se usato per una composizione, non è certamente ecosostenibile sulle nostre tavole. I vini sfusi e le bevande “alla spina” sarebbero invece la scelta più coerente contro la produzione di rifiuti di plastica e vetro! Al tradizionale lancio del riso possiamo sostituire giocose bolle di sapone ad impatto zero. Sconsigliati i petali di rose che richiedono un grosso spreco di “materia prima” per essere prodotti nelle quantità che occorrono! candlePer le bomboniere oggetti non convenzionali o d’arredo, ma utili, come candele profumate (scegliendo quelle prive di paraffina ed ecosostenibili alla cera d’api o di soia) e saponi fatti a mano, 100% naturali, magari personalizzati per l’occasione. Ottima anche l’idea di regalare una piantina o dei semini per propiziare la nascita di una nuova unione. O ancora gustosi prodotti locali come miele, marmellate, liquori, conserve e biscotti bio!
jam

Wedding Cakes: stupire con dolcezza!

SylviaIl taglio della torta è sicuramente fra i momenti più suggestivi del ricevimento. Si sa, deve stupire e incantare i vostri ospiti. Negli ultimi anni si è diffusa anche da noi l’idea di rivolgersi a veri artisti della decorazione, i Wedding Cakes. Il dolce nuziale deve strabiliare e affascinare attraverso il Wow Factor, per usare un’espressione cara agli americani, insuperabili in tema di cakes…i mormorii degli invitati devono trasformarsi in Uauh, appunto Wow in inglese, di ammirazione!! I più stimati designer del settore sono a Londra Mich Turner, fornitore della regina Elisabetta II e di altre celebrities come Pierce Brosnan e Peggy Porschen, che ha realizzato piccoli capolavori per Gwyneth Paltrow, Madonna e Stella McCartney.
ben israelA New York il re delle torte è Ron Ben Israel, definito il Cartier della pasticceria, mentre Sylvia Weinstock, è la regina dei fiori di glassa spediti in tutto il mondo, Italia compresa. peggyporschenQuali trend golosi e originali hanno ispirato? Le ultime mode in fatto di torte rivedono l’altezza, l’asimmetria e i colori. Piani spostati o inclinati, strati alti e stretti, declinazione di temi personali e soprattutto colore, intonato all’abito, sofisticato nell’intramontabile accostamento Chanel del bianco e nero, scaramantico in tutte le nuances del blu, dall’acquamarina al pervinca!
cupcakesIntramontabili i fiori, veri o di glassa, purché perfetti: la vera arte del wedding cake stylist sta nel riprodurre così fedelmente rose, fresie, peonie e orchidee da ingannare lo sguardo.
La fantasia ha, comunque, sempre la meglio. Qualche consiglio glamour: niente cake topper! La torta è più chic senza gli sposini di zucchero. Potete personalizzare la vostra torta scegliendo di glassare il monogramma delle vostre iniziali. Molto carina l’idea di accompagnare alla torta cupcakes diverse e colorate da collocare su tante alzatine.
blue cakes