Spose d’estate: dillo con un fiore!

I fiori d’estate e il loro significato…

Qroseuali sono i fiori più adatti per donare ancora più magia ad un giorno tanto importante? In un evento così ricco di simboli quale è un matrimonio non si può fare a meno di conoscere il significato dei fiori per scegliere quello che rappresenta meglio il nostro amore.
La scelta dei fiori non può prescindere dalla stagione però! In primavera e in estate ce ne sono davvero tanti dal colore e dalle sfumature bellissime. orchidea
La rosa è sicuramente il fiore più utilizzato sia per l’addobbo che per la realizzazione di deliziosi bouquet rotondi con boccioli piccoli e fittissimi. Tutte le rose in genere simboleggiano infatti l’amore felice. Ne esistono di tanti colori e sfumature, lasciando ampia scelta alle spose. Le più usate, sia per bellezza, che per resistenza, sono le rose vendela e le avalanche. L’orchidea, molto elegante e usata quasi esclusivamente per il bouquet pendente che per uno rotondo simboleggia bellezza, raffinatezza, e nel linguaggio dei fiori “grazie per esserti concessa”. Nell’Inghilterra vittoriana era quindi sinonimo di trasgressione!
callaLa calla adattissima per un matrimonio primaverile, è come l’orchidea un fiore tropicale presente in diversi colori come il bianco, il giallo, il rosa e il viola, è divenuto uno dei simboli dell’Art Deco come emblema di bellezza sontuosa. Il tulipano,nobile e bellissimo in tutte le sue nuances simboleggia l’amore passionale. Proprio per questo bisogna però fare attenzione alla sua fragilità!
tulip
Mi piacciono molto anche le margherite, sinonimo di innocenza, amore fedele e condivisione di sentimenti. Usatissime per i matrimoni più rustici, sono bellissime anche all’interno delle più svariate composizioni, ad accompagnare altri fiori.
margheriteFra i miei preferiti la peonia, la regina dei fiori nella cultura orientale. Di grande eleganza, sono caratterizzate da sfumature delicate e da un profumo molto piacevole! Con le sue corolle molto grandi e morbide, è il fiore femminile per eccellenza, metafora di un’unione felice e prospera. Infine i fiori di lisianthus, molto eleganti e di varie sfumature tra il bianco/panna e rosa/viola. Consigliati per i matrimoni in piena estate perché hanno una grande resistenza al caldo, la loro fioritura inizia a maggio fino ad ottobre. Possono essere usati sia per gli addobbi floreali in chiesa, che per il bouquet.

peonylisianthus

Candy Bar… Take a Sweet!

…Dolcetti, caramelle e marshmallow per un matrimonio goloso e divertente!

CookiesIl Candy Bar è sicuramente la novità più dolce del 2012! L’angolo rivisitato della confettata si accende di colori e delizie. Caramelle, bon bon, lecca lecca sfiziosi, biscotti al cioccolato e marshmallow, pensati per deliziare non solo i più piccoli! L’idea di arricchire e rinnovare il tavolo della confettata è chiaramente made in USA: gli americani sono davvero degli artisti nel rinnovare le tradizioni! Il confetto, simbolo di salute e prosperità, irrinunciabile per gli sposi si accosta a gelatine e a cuori gommosi in un tripudio di colori e dolcezze che amplificano la metafora del buon auspicio! Il tutto attraverso un’atmosfera piacevolissima, dove il classico si unisce al nuovo e dove i colori, le forme e i sapori non fanno nient’altro che farci tornare bambini! L’ideale per la composizione dell’angolo del Candy Bar è riprendere i colori dell’allestimento del matrimonio, giocando con qualche nota più intensa, con tanti fiori e candele per armonizzare tutte le sfumature. candy
Le idee per l’allestimento non mancano: dallo stile shabby chic con bon bon gommosi serviti in contenitori di legno ‘consumati’ dal sapore bohémienne, con fiori di campo sparsi qua e là, al romantico dalle tinte pastello del tulle e delle rose, fino al Candy Bar in perfetto e originalissimo mood rockabilly: caramelle gommose in contenitori in plexiglas e vecchie scatolette di alluminio very vintage! rock
Take a Sweet: i dolcetti, le caramelle, così come i confetti possono essere confezionati e donati ai propri inviati per concludere il ricevimento davvero in dolcezza!

Il matrimonio Laico-Umanista

Il matrimonio Laico-Umanista
… il Sì personalizzato

sanAncora poco conosciuto in Italia ma molto diffuso nei paesi nordeuropei (Regno Unito, Olanda, Paesi scandinavi), il matrimonio Laico-Umanista è un’alternativa molto cool alle nozze più tradizionali! Ecco in cosa consiste: alla firma in Municipio, cioè al rito civile, segue una cerimonia privata che prevede la presenza di un “officiante” laico, che legge un brano scelto o scritto dalla coppia. Un momento di partecipazione e condivisione con gli invitati che consente a tutti di partecipare con poesie e pensieri dedicati agli sposi!La scelta di questa opzione permette, infatti , di personalizzare ogni momento della cerimonia sia arricchendola con letture, canzoni, promesse di matrimonio o quanto altro, sia eliminando i passaggi un po’ formali, come ad esempio la lettura in incipit degli articoli del codice civile, propri del rito civile.
beachQuello che più mi piace di questa originale opzione è che, non dovendo più limitare la propria scelta a quei luoghi che sono stati eletti casa comunale, è possibile ambientare la cerimonia ovunque: all’aperto all’americana in riva al mare, in un castello, su un’isola, nel proprio giardino e soprattutto nei luoghi del cuore! Sono sempre di più le strutture, anche in Italia, che si stanno organizzando per offrire alle coppie location suggestive per celebrare una funzione Laico-Umanista. In alcuni paesi (Australia, Canada, Norvegia, Nuova Zelanda, Scozia, alcuni stati USA) il matrimonio umanista, quale che sia l’orientamento religioso o sessuale della coppia, ha valore legale, in Italia ovviamente no!                                   boscoLa prima cerimonia celebrata nel nostro Paese, il 21 luglio 2002 presso il Castello di Burio, vicino Asti, fece notizia anche sulla stampa (L’Unità, 25 luglio 2002).
albero

Il matrimonio civile

Il matrimonio civile

…come renderlo unico, personale e coinvolgente!

sposiCome abbiamo visto il rito civile non richiede un iter particolarmente complicato dal momento che è compito dell’Ufficio di Stato Civile del proprio Comune acquisire direttamente tutti i documenti necessari. Requisito essenziale è che le pubblicazioni restino affisse in Comune almeno per otto giorni, dei quali almeno due siano domeniche. Il matrimonio deve essere celebrato dal Sindaco o da un suo delegato che per l’occasione indosserà la fascia tricolore, alla presenza di due testimoni maggiorenni. In Italia il matrimonio civile può essere celebrato esclusivamente all’interno della casa comunale del proprio Comune di residenza o di altro Comune, se viene fatta la richiesta. Vengono concesse deroghe solo nel caso in cui uno dei due sposi sia impossibilitato, per infermità o per grave impedimento giustificato, a recarsi presso la casa comunale. La crescente diffusione delle celebrazioni civili però ha spinto negli ultimi anni numerosi comuni italiani a eleggere a casa comunale luoghi diversi dal Municipio, prediligendo location di particolare bellezza quali dimore e palazzi storici che conferiscono alla cerimonia atmosfera e suggestione. Le città d’arte offrono tanti splendidi luoghi dove poter svolgere la cerimonia: la scorsa estate ho curato il matrimonio di una coppia emiliana a Venezia, nella splendida cornice di Palazzo Cavalli sul Canal Grande.Palazzo Cavalli Davvero incantevole! Sono numerosi gli stranieri che scelgono il nostro Paese con i suoi splendidi scorci e le sue bellezze artistiche per sposarsi. Il rito ha una durata media di circa 15-20 minuti e nei comuni più piccoli, dove il numero di celebrazioni giornaliere è più basso rispetto alle grandi città, è possibile concordare con l’Ufficiale di stato civile alcune personalizzazioni della cerimonia per renderla ancora più emozionante. Il mio consiglio è quello di leggere la Promessa di matrimonio prima dell’apposizione delle firme. Garden WeddingLa promessa, che consiste in una dichiarazione dei propri sentimenti e dei motivi profondi che hanno fatto maturare la scelta di restare insieme per la vita, è un momento commovente, unico, privato e ogni volta diverso! Per rendere ancora più prezioso e coinvolgente il momento è anche possibile scegliere di farsi sposare da un proprio amico, secondo una vecchia norma del 1939 che prescrive infatti che «…il titolare della funzione può delegare le proprie competenze a uno o più consiglieri o ad altra persona che abbia i requisiti per la nomina a consigliere comunale»!

Il Tableau de Mariage…

Il Tableau de Mariage…

tableau1Da qualche anno il Tableau de Mariage è diventato un accessorio indispensabile per impreziosire il vostro matrimonio. Nato per sostituire l’elenco un po’ anonimo degli invitati, unisce alla funzione pratica di segnalare il posto a tavola, quel tocco di classe in più che non guasta mai. Il Tableau rientra, infatti, fra le decorazioni maggiormente ispirate dal gusto degli sposi! Il Tableau de Mariage classico è a bacheca: un cartellone, o una tela dove vengono applicati i vari cartoncini, decorati rigorosamente a tema, nei quali è indicata la disposizione dei tavoli e degli invitati.tableau2 Il nome dato ad ogni tavolo è spesso di fantasia, suggerito dalla musica, da un film, da un fumetto o da una passione condivisa dalla coppia… ma ci si può davvero sbizzarrire con la fantasia! Il tableau, infatti, è uno degli strumenti con cui noi Wedding Planner ci divertiamo di più, considerandolo un biglietto augurale creato per interpretare al meglio lo stile, la classe e l’eleganza dell’evento o del matrimonio. Il Tableau va disposto nella zona aperitivo in un angolo visibile: mentre i vostri ospiti consumeranno l’aperitivo avranno tutto il tempo di cercare il proprio nome sui vari cartoncini e di apprezzarne l’originalità.
tableau2
tableaugroup

I documenti… prima puntata!

I documenti… prima puntata!

sposiAnche per sposarsi bisogna fare i conti con la burocrazia! Qual è l’iter da seguire? Un vademecum potrebbe esservi utile per non dimenticare nulla! La richiesta dei documenti necessari per sposarsi è diventata molto più semplice, con l’entrata in vigore nel 2000 della Legge Bassanini, in materia di autocertificazioni, che ha, notevolmente, semplificato il disbrigo delle pratiche burocratiche, in quanto è compito del Comune di residenza occuparsi di reperire i certificati per ufficializzare il rito matrimoniale. Tuttavia bisogna muoversi per tempo!!!
cerimoniaEcco cosa fare:
1) presentarsi all’Ufficio Matrimonio di stato civile del Comune di residenza con i propri documenti d’identità. Se impossibilitati, non è necessario che si presentino entrambi i fidanzati. L’importante è recarsi al Comune con delega firmata dalla persona assente e copia del suo documento di identità. Addirittura può andare una terza persona, con delega a eseguire le pubblicazioni firmata da entrambi i futuri sposi e copie dei documenti di identità dei deleganti. A questo punto gli incaricati comunali, verificato l’effettivo stato di libertà da vincoli precedenti e la reale consapevolezza di entrambi gli interessati, si occuperanno di tutta la documentazione necessaria per le pubblicazioni. Queste, con le generalità dei promessi e il luogo di celebrazione delle nozze, verranno esposte per 8 giorni alla Porta della Casa Comunale dei Comuni di residenza di entrambi i futuri sposi. Trascorsi altri 3 giorni dopo il termine delle pubblicazioni, l’Ufficiale di Stato Civile, se non gli è stata presentata nessuna obiezione, rilascia il nullaosta al matrimonio: da questo momento la coppia ha a disposizione 180 giorni per celebrare le proprie nozze, pena la decadenza di validità dei documenti. Nel caso di matrimonio religioso il comune rilascerà anche un certificato di eseguite pubblicazioni per il Parroco o un’autorizzazione per il Ministro di Culto.
wedding card2) Dal primo Gennaio 2011 sono cambiate le modalità di “affissione” delle pubblicazioni, si è passati dal reale al virtuale: la rivoluzione digitale ha fatto sì che anche gli albi pretori si trasferissero on line, per cui la documentazione su carta non ha più valore. Anche le pubblicazioni di matrimonio devono quindi comparire esclusivamente su Internet. Attenzione dunque ad accertarsi che il proprio Comune si sia adeguato a tali disposizioni di legge. In caso di inosservanza la cerimonia non potrà essere celebrata e si potrà incorrere in sanzioni da 41 a 206 euro!
Ricapitolando:
Tempi indicativi:
– documenti comune: 14 giorni
– pubblicazioni: 11 giorni (8 + 3)
Totale: 25 giorni e poi 180 giorni a disposizione per scegliere la data delle nozze
Costi:
– pubblicazioni: se gli sposi sono entrambi residenti n.1 marca da 14,62 euro.
– pubblicazioni: se uno dei due non è residente n. 2 marche da 14,62 euro.
– per richiesta di matrimonio in altro comune n.1 marca da 14,62 euro.
– in caso di matrimonio religioso n.1 marca da 14.62 euro.

Professione Wedding Planner!

Professione Wedding Planner!

wedding planner
Avete mai pensato di affidarvi a una Wedding Planner? Una “fatina” in grado di guidarvi in tutta l’organizzazione del vostro matrimonio: dal tema, al colore, fino agli inviti e alla musica? Dettagli coordinati e perfetti, risparmiando soldi, tempo e stress? Oggi vi parlo del mio lavoro, una professione molto stimolante, nata negli Stati Uniti, dove moltissime coppie di futuri sposi si affidano a un professionista del settore pronto a prendersene cura fino al fatidico “Sì”! Protagonista di numerose pellicole hollywoodiane, canali tematici e trasmissioni televise, i Wedding Planner si stanno affermando anche nel nostro tradizionalissimo Paese!sedie
Un matrimonio, come ogni evento che si rispetti, necessita, infatti, di una preparazione accurata che comprende la scelta della location, del catering, dei fiori, del fotografo, dell’abito e dell’acconciatura, delle partecipazioni e delle bomboniere. Un’attività complessa che il Wedding Planner gestisce sistematicamente e, soprattutto, semplifica e snellisce secondo un budget e fornendo servizi sempre di altissima qualità. La pianificazione e la scelta, oltre al controllo continuo per realizzare i desideri degli sposi, sono le mansioni di un Wedding Planner professionista, che è soggetto a quattro vincoli: costo, tempo, qualità e trasparenza. Requisito essenziale, l’empatia!Insieme al sorriso, alla discrezione e alla creatività. Suggerire, consigliare soluzioni suggestive senza mai imporsi, ottimizzando tempi e risorse. Provare per credere!
foto

Easter Inspiration Wedding!

Easter Inspiration Wedding!

easterweddingLa Pasqua tradizionalmente apre le porte alla primavera, a mio parere la stagione più piacevole dell’anno! Perché non trarre ispirazione dai colori brillanti, dai profumi e dalle nuances dei boccioli in fiore per l’allestimento della location del vostro matrimonio? Tante piccole uova decorate a mano nei toni pastello, piramidi di dolcissimi cupcakes e deliziose composizioni floreali a tema per propiziare una vita piena di sorprese! Guardate un po’…Uova segnaposto
Per la mise en place si può giocare su piatti in porcellana bianca dalla linea un po’ retrò, posate in argento, tovagliato in lino bianco grezzo movimentato da piccoli cestini di fiori di pesco intrecciati e colorati da tanti ovetti colorati! Per il tableau o per i centrotavola un’idea fai da te: tante piccole mini uova di cartone da personalizzare con dolci sorprese, confetti, cioccolatini, intramontabili leccalecca o romantici petali!
Per i cake topper guardate com’è carino questo? Non resisto!
caketoppermiseenplace

L’acconciatura glam!

L’acconciatura glam…

Il look di una sposa perfetta non può trascurare l’acconciatura, indispensabile per sentirsi ancora più speciali in un giorno così importante! Come per l’abito, anche per i capelli, è importante sentirsi bene e naturali con la pettinatura scelta a prescindere dalle mode del momento. In questa stagione trionfa un look più classico e bucolico: acconciature raccolte alte o basse, trecce o semi-raccolte ondulate. I capelli si possono lasciare sciolti valorizzandoli con dei piccoli fiori, finti o naturali. Da non trascurare lo stile dell’abito che fa la differenza in fatto di pettinatura. Se optate per un abito principesco, con balze e volant, sarà meglio preferire un raccolto cosparso da ciocche o boccoli ai lati. accessori vintageSi può giocare anche con piccoli fiori in seta per creare un’acconciatura diversa dal solito ma molto chic! Uno stile semplice, sobrio ma molto romantico se raffinato da accessori e dettagli vintage come pettinini e fermagli retrò, adatti anche a impreziosire un caschetto corto. Deliziosi le proposte di Cherubina.com, un’azienda di Siviglia specializzata nella realizzazione di cappelli e accessori irresistibili!
Cherubina